Planetario Cosenza

Scopri gli eventi gli orari di apertura , numero di telefono, indirizzo e contatti del Planetario di Cosenza.

Planetario cosenza

Intitolato all’astronomo cosentino rinascimentale Giovan Battista Amico, mentre la piazza antistante, che è in fase di realizzazione prende invece il nome dell’astrofisico Stephen Hawking recentemente scomparso.

Il Planetario si trova in Via Sant’antonio Dell’orto 34 87100 Cosenza.

Passiamo adesso a vedere gli eventi e gli spettacoli e gli orari di apertura del Planetario di Cosenza.

Eventi e Orari Planetario Cosenza

PROGRAMMA PLANETARIO “G.B. AMICO” OTTOBRE 2019

4 ottobre ore 19:00

“Visioni del cielo: da Eudosso ad Amici” – a cura di Franco Piperno, Angela Zavaglia, Vincenzo Ragusa Perché il Planetario di Cosenza porta il nome di G.B. Amici.

Cosenza, città libera all’inizio del XVI secolo, vive in un clima politico-culturale segnato dalla traduzione, dall’arabo al latino, dei testi della letteratura greca classica. La città dei Bretti rappresenta, in quegli anni, nel Mezzogiorno d’Italia, quello che Padova è per l’intera Europa: la capitale della tradizione aristotelica in lingua latina.

Il “sistema del mondo” costruito da Amico, un cosentino che si reca a Padova per completare gli studi, si contrappone tanto a Tolomeo quanto a Copernico, riprendendo il filone dell’astronomia fisica propria di Eudosso e Aristotele.

5 ottobre ore 19:00

“Il cielo sopra Cosenza” – a cura di Franco Piperno, Angela Zavaglia, Vincenzo Ragusa

Leggere, sulla volta del Planetario, il Cielo astrale sopra Cosenza. Stelle e Pianeti: in questo periodo Giove è visibile ad occhio nudo in Scorpione e Saturno in Sagittario. Come possiamo orientarci sulla Terra usando gli astri — abitudine non solo dell’homo sapiens ma anche di altri animali sociali, e.g. le api. La forma e i movimenti della Terra ricostruiti tramite l’osservazione ad occhio nudo della volta celeste.

Rotazione, rivoluzione e precessione: i tre movimenti principali della Terra.

Cos’è una costellazione: il cane abbaiante ed il cane celeste. Lo zodiaco. L’orientamento a Nord e la Grande Orsa.

Religioni astrali e religioni solari. La scoperta del movimento di precessione e la crisi religiosa della civiltà egizia due mille i prima della nostra era. L’astrologia come astronomia popolare: destra e sinistra, il sette questo numero magico, il Settentrione e l’asterisma del Grande Carro, i calendari e la settimana alessandrina, il nostro segno zodiacale perduto.

6 ottobre ore 18:30

“Arcipelaghi di Stelle” – a cura di Franco Piperno, Angela Zavaglia, Vincenzo Ragusa

Le Galassie arcipelaghi di miliardi di Stelle. La Via Lattea, la nostra Galassia, Andromeda la sola Galassia visibile ad occhio nudo. Stelle, Galassie e distanze astrali: perché, secondo Einstein, noi possiamo vedere nel Cielo solo il passato, quel che è già stato.

Il Cielo d’autunno: il Sagittario e lo Scorpione nel cuore della Via Lattea. Il ciclo d’Andromeda: Cassiopea, Cefeo, Pegaso e Perseo. Il mito greco-babilonese del ciclo d’Andromeda.

11 e 12 ottobre ore 19:00

“Che Cielo che fa… in autunno” – a cura di Ettore Lupo, Angelo Mendicelli, Francesco Plastina, Carmelo Primiceri

Le stelle visibili nel cielo notturno cambiano di giorno in giorno e di mese in mese, seguendo un lento ciclo annuale. Lo scorrere del tempo si rivela, nel cielo, volgendo lo sguardo alle principali costellazioni della stagione.

13 e 20 ottobre ore 18:30

“From Earth to Universe”

Visione del film “From Earth to Universe”, proiettato a tutta cupola (full dome) nella versione italiana. Il film, prodotto dall’ESO (European Southern Observatory) è un viaggio di 30 minuti attraverso il tempo e lo spazio e racconta l’universo secondo la visione scientifica attuale.

Di seguito, descrizione del cielo di Ottobre, curata da Ettore Lupo, Angelo Mendicelli, Francesco Plastina, Carmelo Primiceri.

18 ottobre ore 19:00

“Una passeggiata nel cielo” – a cura di Sandra Savaglio, Angelo Mendicelli, Francesco Plastina

Si descrivono alcuni degli oggetti più interessanti del cielo profondo (ammassi, nebulose, galassie…), individuandoli nel cielo notturno, all’interno delle varie costellazioni e poi mostrando le foto del telescopio spaziale Hubble, che li ritraggono nella loro magnificenza.

19 ottobre ore 19:00

“La Luna vista da Terra e dallo spazio” – a cura di Gaetano Zimbardo, con la collaborazione di Angelo Mendicelli, Francesco Plastina

Il satellite naturale della Terra è il protagonista di una serie di fenomeni astronomici, descritti dal nostro punto di osservazione sulla Terra e tramite le osservazioni compiute dallo spazio.

25 e 26 Ottobre, ore 19:00

“… e come stella in cielo il ver si vide” – a cura di Alessandra Romeo, Francesco Plastina, Angelo Mendicelli Lo spettacolo del cielo nei versi della Divina Commedia.

Le tre cantiche dantesche sono ricche di riferimenti astronomici che vengono riprodotte e commentate con l’ausilio del planetario.

27 Ottobre, ore 18:30

“Il cielo tra miti e leggende” – a cura di Angela Zavaglia, Francesco Speciale, Vincenzo Ragusa

Spettacolo incentrato sul connubio tra scienza e poesia, cosmologia e cosmogonia, scoperte astronomiche e racconti mitologici. Attraverso un “viaggio emozionale”, si contempla la volta celeste con il racconto di miti e leggende che divengono il “veicolo” per accendere nello spettatore la passione per il cielo.

Costo Biglietti Planetario

Per accedere al planetario di Cosenza è previsto l’acquisto di un biglietto d’ingresso di euro 8.00 (biglietto intero), e di 6,00 euro per le scuole , gli under 18 gli over 65 e gli studenti universitari.

 I biglietti si possono acquistare direttamente presso la struttura, sita in via S.Antonio dell’Orto,32. Resta gratuito l’ingresso all’area esterna alla cupola, salvo mostre ed eventi speciali.

Numero di telefono e Contatti

Per informazioni telefonare al numero 098425933.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *